Non basta la forma ma ci vuole sostanza: come scegliere la crepiera

Ovviamente considerata la grande offerta che troviamo al momento in commercio di crepiere, se vogliamo scegliere una crepiera senza avere problemi dobbiamo preoccuparci non solo semplicemente delle dimensioni, che sono più o meno importanti, ma bisogna andare a considerare con la massima attenzione una serie di fattori specifici. Uno di questi fattori sicuramente è quello che riguarda i diversi materiali di fabbricazione delle piastre che troviamo in una qualsiasi crepiera. Questi materiali sono molto importanti proprio perché vanno a rappresentare a tutti gli effetti sostanzialmente l’anima stessa della crepiera, e in genere sono quindi il primo e anche uno dei principali fattori che ci consente di capire se una qualsiasi crepiera è valida oppure no, e sceglierla anche a seconda dell’uso che vogliamo farne.

In genere il materiale che più spesso viene utilizzato per la piastra di una crepiera deve essere comunque antiaderente, ma ovviamente abbiamo una serie di materiali antiaderenti diversi che quindi possono anche avere effettivamente dei diversi risultati e diversi costi. Inoltre possiamo anche dire che i vari materiali possono andare ad incidere non solo sulla riuscita della crepiera stessa, ma sul tempo di cottura ad esempio, oppure sulla omogeneità di cottura, e sostanzialmente poi di base sulla propagazione o meno del calore.

Spesso quindi scegliere materiali diversi fa si che si abbiano anche dei risultati davvero molto diversi, e spesso di gran lunga poco ottimali per un uso intensivo o magari idoneo. Un buon materiale nelle piastre di una qualsiasi crepiera ci consente anche di utilizzarla con la massima semplicità anche se non siamo cuochi professionisti. In commercio troviamo ad oggi i più svariati materiali usati per le crepiere, di sicuro tra i materiali che sono ad oggi più utilizzati troviamo la ghisa lavorata, la ghisa smaltata, e infine l’alluminio rivestito da uno strato di materiale antiaderente, in genere spesso si tratta del teflon.

La ghisa è tutto sommato il materiale più resiste e si riscalda in una maniera davvero uniforme, ciò ci consente perciò una cottura omogenea ma al tempo stesso perfetta e veloce, e soprattutto è un materiale davvero resistente nel tempo. Se volete scoprire gli altri materiali e la struttura idonea di una crepiera visitate il sito https://sceltacrepiera.it/